LE NEWS IN EVIDENZA



Anche in Italia la marijuana è in commercio

Pubblicato da Alessandro Cozzolino. In News

marijuana_legale_commercio_italiaDa oggi (16/5/17) in Italia la marijuana si può comprare legalmente. Purchè sia quella “light”. E’ stata infatti presentata lo scorso fine settimana l’erba “giusta”. Si chiama Indica Sativa Trade, ed è una varietà di cannabis (Eletta Campana) con un valore di THC (tetraidrocannabinolo, principio psicoattivo della marijuana) inferiore allo 0,6 per cento, il limite di legge consentito. A dare l’idea a Easyjoint, azienda emiliana che la distribuisce, è stato il boom registrato in Svizzera della “canna light”, che da qualche mese viene venduta in pacchetti come fosse semplice tabacco.
“È la prima marijuana vendibile”, dicono dall’area commerciale di Easyjoint, e già in autunno saranno lanciate altre varietà che andranno ad allargare la gamma del prodotto. 
Per il contenuto di THC inferiore ai limiti di legge, la canapa di Easyjoint – già trovabile ad esempio da “Qui Canapa” a Bologna e in altri negozi di prodotti per la coltivazione della cannabis – non ha problemi con la legge italiana, ma «è importante tenerla sempre nella sua confezione originale. Invitiamo i consumatori a usarla in modo responsabile », specifica l’azienda.

DALLO STATO CASE IN REGALO AGLI UNDER 40

Pubblicato da Alessandro Cozzolino. In News

casa-cantonieraIncentivare la riqualificazione degli immobili esistenti, favorire lo sviluppo turistico, sfruttare e tutelare al meglio il patrimonio culturale e naturalistico, creare occupazione per i giovani. Questa volta sembra ci sia davvero tutto nel provvedimento che ha preso forma nei giorni scorsi e che a breve vedrà completare il proprio percorso.

E’ il progetto Valore Paese – Cammini e Percorsi, presentato dell’Agenzia del Demanio e Mibact (ministero beni e attività culturali) e che riguarda le strutture dislocate lungo gli itinerari storico-religiosi e i percorsi ciclopedonali da Nord a Sud dello Stivale. Case cantoniere, locande, masserie, ostelli. Ma anche piccole stazioni, torri, palazzi storici, antichi castelli e monasteri.

Il demanio punta al recupero di oltre 100 immobili pubblici (43 gestiti dall’Agenzia del Demanio, 50 degli Enti territoriali e 10 di Anas) lungo i tracciati del cosiddetto “Turismo Lento“. Tre anche in provincia di Latina e precisamente a Borgo Grappa, a Cisterna e Minturno.

Obbiettivo della riqualificazione: fornire nuove strutture turistiche ai viaggiatori, siano esse punti ristoro, alberghi o ciclofficine.

Latina non è Littoria, diciamolo a Zuckerberg

Pubblicato da Alessandro Cozzolino. In News

latina_littoriaL’argomento Latina-Littoria attraversa la nostra città da molti anni, lo sappiamo, ma piaccia o non piaccia dal 1946 il nome indicato sulle carte geografiche prima, su internet e sulle app degli smartphone poi, è Latina. Almeno fino a qualche settimana fa, quando più di qualcuno ha notato che sul più noto dei social network, il luogo suggerito da Facebook quando si pubblica un post e ci si trova sul nostro territorio è “Littoria”. Ad alcuni la cosa può far sorridere, altri la possono trovare piacevole, altri ancora offensiva, ma qui non si tratta del solito dibattito sul ritorno al nome originario della città, né tantomeno dello scambio di opinioni sul nome dei giardinetti pubblici (parco Mussolini). Ad oggi, 9 maggio 2017, il nome della nostra città è Latina, Zuckerberg corregga. Ecco come ciascuno può segnalare a Facebook l’errore:

Gabriele, il ragazzo pontino che ha fatto strada a Milano

Pubblicato da Alessandro Cozzolino. In News

Gabriele_VillaL’Italia si sa, non brilla per meritocrazia. Se questo concetto poi lo abbiniamo alla politica, allora c’è davvero mettersi le mani nei capelli. Tuttavia però ci sono delle belle storie da raccontare. Storie di persone che con la loro sola passione e capacità sono riusciti a crearsi spazio e a “scalare” delle posizioni perché, udite udite, lo meritavano. Una di queste belle storie riguarda Gabriele Villa, un ragazzo nato a Formia nell’Ottobre 1986 e che dopo aver completato la sua formazione scolastica a Latina passando per il liceo Classico guidato allora dal preside Maulucci, si trasferisce a Milano dove consegue la laurea triennale in Scienze Politiche e la laurea magistrale in Scienze del Lavoro.
 
Durante l’Università si impegna nella fondazione di un’associazione studentesca “Students’ Union Scienze Politiche” (di cui sarà Presidente per due anni) e dirige il giornale studentesco “Acido Politico”, ma è sul concludere degli studi che si avvicina in maniera preponderante al Partito Democratico con la partecipazione ai Comitati di Sostegno per Matteo Renzi per la premiership nel 2012.

LE BATTAGLIE VINTE

SEGUIMI SUI SOCIAL NETWORK

twitter facebook

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO