Programma

Programma della coalizione che ha sostenuto Claudio Moscardelli in 10 punti:

Nonostante la sconfitta proveremo a portarlo avanti in tutti i modi, con il supporto dei cittadini che ci hanno sostenuto.

1- Lotta alla criminalità e più sicurezza per i cittadini. Pieno organico per la Polizia Municipale per un servizio 24 ore su 24 e video sorveglianza nei quartieri.

2- Il piano delle opere pubbliche per 5 anni sarà dedicato ai servizi nei quartieri e nei borghi per migliorare la qualità della vita dei cittadini e per spendere subito risorse pubbliche per aiutare le imprese. Per troppi anni il Comune ha acquistato immobili lasciando senza servizi i cittadini.

3- Le piccole e medie imprese vanno sostenute per far ripartire Latina e dare opportunità di lavoro. Riduzione dei tempi burocratici per i cittadini e per le imprese con lo sportello delle attività produttive; intervento del Comune per garantire l’accesso al credito alle imprese; aree artigianali e centro di ricerca industriale per innovare i prodotti delle industrie e per renderle più competitive.

4- Nuovo piano regolatore e subito le aree per realizzare case di edilizia economica e popolare per le Cooperative: per 17 anni nessuna area individuata per l’edilizia pubblica con il risultato di perdere tanti finanziamenti e che molte famiglie non hanno potuto avere una casa.

5- Nessuno deve essere lasciato solo: le politiche sociali per sostenere le famiglie e per dare più opportunità di lavoro alle donne. Occorre abbattere le barriere di tutti i tipi che condizionano le persone diversamente abili. Gli anziani sono una risorsa e un patrimonio di conoscenza per la città, e debbono essere valorizzati con progetti sociali.

6- Passiamo da Latina Ambiente (società da chiudere) ad una politica per l’ambiente. Via il Consiglio d’Amministrazione, gara per l’affidamento del servizio rifiuti, differenziata al 60%, fine dei conferimenti in discarica e controlli severi sull’efficacia del servizio e sui costi per i cittadini. Difesa dei cittadini e controlli rigorosi contro ACQUALATINA: l’acqua è un bene di tutti! Risparmio energetico e sostenibilità saranno le virtù del comune di Latina. Il fotovoltaico su tutti gli edifici pubblici. Le aree verdi debbono essere curate e i parchi riqualificati e custoditi. NO AL NUCLEARE – SI ALLE FONTI ENERGETICHE E RINNOVABILI.

7- La Scuola l’Università e la cultura saranno elementi di forza per far circolare le idee, per valorizzare il nostro capitale umano, fatto di talenti e di professionalità. Il rilancio del Palazzo della Cultura, la nuova biblioteca a Palazzo M e la Casa della Musica – Auditorium ai capannoni dell’ex consorzio agrario sono i progetti di punta per rilanciare la cultura a Latina. L’Universita La Sapienza è strategica per la crescita del nostro territorio: subito il Consorzio per i servizi dell’ateneo pontino, rafforzamento del polo pontino per avere certezza dei docenti e delle risorse. La scuola deve essere al centro di progetti condivisi per affrontare le situazioni di disagio e per sostenere le famiglie e per la formazione civica dei futuri cittadini.

8- Latina per lo sport, per i giovani, per tutti, per le nostre società sportive che meritano impianti sportivi all’altezza del prestigio che danno alla Città. Aree in uso gratuito alle società per realizzare il proprio impianto. Gestione trasparente ed aperta delle strutture scolastiche per le società sportive.

9- Nella nostra Città non è facile muoversi. Occorrono finalmente un nuovo piano della mobilità e mezzi pubblici adeguati, una rete di piste ciclabili sicure, servizio navetta bus con Latina Scalo, biglietto integrato con metrebus, eliminare il costo proibitivo del parcheggio multipiano e riqualificazione della Stazione ferroviaria. Rapporto costante del Comune con la Regione e con Trenitalia per migliorare la condizione dei pendolari, a partire dalla necessità di carrozze nuove, pulite e con più posti a sedere. NO ALLA METROLATINA perchè lenta ed economicamente insostenibile per il Comune. Strada Mare-Monti alternativa a via Epitaffio già finanziata per 10 milioni di euro dalla Regione e suo completamento.

10- La marina deve essere degna di questo nome, con mare pulito (nuovi depuratori), con la viabilità completata per riqualificare il lungomare, la riapertura dei campeggi, il porto locale di Rio Martino per gli operatori locali. Creare le condizioni per favorire gli investimenti privati.

SEGUIMI SUI SOCIAL NETWORK

twitter facebook

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO