LE NEWS IN EVIDENZA



Martedì 12/04/11 scuola di Latina intitolata a Falcone e Borsellino

Pubblicato da Alessandro Cozzolino. In Uncategorized

Ce l’abbiamo fatta! Grazie alla proposta dei consiglieri di Idee in Comune (Alessandro Cozzolino, Alessandro Del Franco, Stefano Bego, Micol De Simoni), approvata in Consiglio dei Giovani, verrà intitolata una scuola di Latina a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Dopo due anni in cui la proposta è rimasta nei cassetti del sindaco Zaccheo e della maggioranza che lo sosteneva, il commissario Guido Nardone (al quale va il mio più sentito ringraziamento) ha realizzato concretamente questa importante proposta.

Ecco il comunicato ufficiale che potete trovare sul sito del Comune.

Martedì 12 aprile si svolgeranno a Latina due manifestazioni dedicate al tema della legalità nell’ambito delle quali è prevista l’intitolazione della scuola media di Borgo Faiti alla memoria dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e ai Ragazzi delle loro scorte e la consegna all’associazione “Libera” di don Luigi Ciotti di due strutture sportive abusive, acquisite al patrimonio comunale. L’appuntamento è alle ore 10,30 presso il plesso scolastico di Borgo Faiti. A seguire, presso la sala conferenze del Comune, sarà firmato l’atto di affidamento a Libera delle due aree sequestrate, che saranno restituite alla pubblica fruizione con iniziative a favore dei giovani e delle categorie socialmente deboli.

 

Il PD ufficializza la candidatura di Alessandro Cozzolino

Pubblicato da Alessandro Cozzolino. In Uncategorized

Nell’ambito delle prossime elezioni per il rinnovo dell’Amministrazione comunale il Partito Democratico di Latina ha ufficializzato la candidatura del giovane Alessandro Cozzolino, classe 1987 figlio dell’ex consigliere comunale Antonio Cozzolino.

All’incontro, avvenuto presso i locali dell’Arca ENEL era presente anche il segretario comunale del Pd Mauro Visari. “La candidatura di Alessandro Cozzolino – ha detto lo stesso Visari – si inserisce di dovere nel progetto di rinnovamento della classe politica che il Partito Democratoco vuole portare avanti con decisione”. Il nome di Alessandro va ad aggiungersi ai giovani già presenti nella lista dei candidati del PD.

“Molti candidati si presentano con promesse che poi rimangono puntualmente disattese – ha detto Alessandro Cozzolino – La scelta della mia candidatura viene da un impegno passato nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, durante il quale mi sono accorto della totale assenza di politiche sociali. La mia battaglia sarà per questo e anche per la legalità”.

Ricordiamo, infatti, che Alessandro Cozzolino è stato tra i promotori della proposta di intitolare una scuola di Borgo Faiti a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. “Dopo due anni durante i quali è rimasta chiusa nei cassetti del sindaco Vincenzo Zaccheo, il commissario Guido Nardone ha deciso di concretizzare la proposta”. L’inaugurazione della scuola è avvenuta lo scorso martedì 12 aprile.

“Scegliere Alessandro Cozzolino – ha concluso Mauro Visari – vuol dire condividere un progetto comune, che è quello del rinnovamento. La sua presenza tra i candidati è la conferma di un PD che si presenta alle elezioni come rappresentante della società. E come tale non può prescindere dai giovani, dal loro dinamismo, dalla loro intelligenza e dalla loro intraprendenza”.

A Latina beni sequestrati alla camorra

Pubblicato da Alessandro Cozzolino. In Uncategorized

Negozi, appartamenti, un’autorimessa a Latina. La polizia ha sequestrato alcuni beni riconducibili a Domenico Cardone e Vincenzo De Rosa. I due indagati furono coinvolti nell’ottobre scorso in un’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli insieme a esponenti di spicco del “clan Di Lauro” attivo nel napoletano e temuto anche dalle organizzazioni camorristiche rivali, con cui si contendono il controllo dei traffici illeciti sui quartieri partenopei per acquisire la gestione o il controllo di attività economiche svolte in loco e in altre zone d’Italia. Nel complesso i beni sequestrati per un ammontare di 10 milioni di euro circa sono in totale:

- 23 immobili ubicati tra Latina e Napoli

- 10 negozi siti tra Latina e Napoli

- 1 autorimessa di Latina

- 9 autoveicoli

- quote societarie relative alla società Latina Comunicazioni srl e alla società Sun & Beatiful

- conti correnti bancari, depositi di risparmio, certificati di deposito, investimenti assicurativi, polizze previdenziali presso gli istituti di credito Banca Unicredit spa, Banca Mediolanum, Monte dei Paschi di Siena, Poste Italiane spa, Banca SAI, Banca di credito cooperativo di Roma.

Di fronte a tutto questo non possiamo più far finta di nulla, perché è divenuto provato ciò che molti sapevano: Le associazioni mafiose del sud Italia investono sul nostro territorio e la responsabilità è anche di quelle persone (vedi senatore Fazzone e presidente Cusani) che fino ad oggi hanno negato la presenza di investimenti illeciti riconducibili alle mafie sul nostro territorio. Tra pochi giorni si tornerà a votare. Pensare che i politici siano tutti uguali è dannoso per i cittadini onesti di questa città. PENSATE.

Conta solo la poltrona

Pubblicato da Alessandro Cozzolino. In Uncategorized

Di nuovo tutti insieme appassionatamente per la paura di perdere.

Questo è quello che è accaduto nel centro-destra a Latina.

Un anno fa i consiglieri di Forza Italia votavano la sfiducia al sindaco Zaccheo che quindi non avendo più una maggioranza è decaduto dal suo incarico. Da quel momento insulti, improperi, e chi più ne ha più ne metta tra ex sostenitori del sindaco e e coloro che l’avevano tradito. Per essere chiari tutti dello stesso partito (PDL).

“Mai più con chi ha firmato la sfiducia” tuonavano i fedeli a Zaccheo. “Era una politica sbagliata che non potevamo sostenere” si difendono i firmatari della sfiducia.

Un anno di tira e molla, di veti incrociati, di tutti contro tutti, finché un bel giorno… la paura di perdere il controllo sulla città diventa troppo grande e allora bisogna obbligatoriamente trovare un accordo.

Giovanni Di Giorgi è la persona giusta.

Perchè? Riesce a tenere dentro tutti.

I fedeli a Zaccheo dicono che lui non firmò la sfiducia ed è un continuo con le politiche che la passata amministrazione stava portando avanti, quindi va bene… dimenticandosi che nella lista insieme a loro saranno candidati proprio coloro che la sfiducia la firmarono e che vennero indicati come traditori e irresponsabili.

Gli ex di Forza Italia (che provocarono la caduta del sindaco) vedono riconfermato il loro posto nella lista PDL e si accontentano, dimenticandosi delle motivazioni che a loro dire li hanno portati a firmare la sfiducia.

Ultima trovata eccezionale… il rientro di Cirilli e del movimento l’altra faccia della politica. Cirilli, che si era smarcato dai poli sostiene che Di Giorgi è la persona giusta perché in grado di garantire una politica totalmente diversa da quella di Zaccheo. Su che basi venga detto questo non si capisce visto che Di Giorgi è stato assessore della giunta Zaccheo… ma l’importante è essere coerenti, e tutte queste persone lo sono… perché sono sempre state attaccate alle poltrone.

LE BATTAGLIE VINTE

SEGUIMI SUI SOCIAL NETWORK

twitter facebook

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO